La dieta “stop and go”: il regime alimentare per prendersi una vacanza dalla bilancia

dieta-stop-and-go

Con la dieta “stop and go” si evitano le abbuffate perché è possibile uscire fuori dalla classica routine fatta di restrizioni. La dieta flessibile non tiene conto di calorie e porzioni e rappresenta un buon regime per il mantenimento in quanto è previsto un pasto libero per qualche giorno. A prospettare questa novità rivoluzionaria nel mondo delle diete è stato Robert Jeffery, direttore dell’Obesity Prevention Center dell’università del Minnesota a Minneapolis che ha condotto alcuni studi mirati proprio sugli “sgarri”.

Il sogno di tutte le donne è quello di perdere peso in maniera definitiva e la pausa dalla dieta pianificata, essendo ben diversa dall’interruzione vera e propria, mantiene intatto il peso raggiunto. Il successo dello “stop and go” è dato dal fatto che noi ci nutriamo non solo perché abbiamo fame ma perché nel cibo troviamo conforto. Non si può esagerare con le privazioni perché a lungo andare è difficile controllare gli impulsi e l’istinto di abbuffarsi. Il pasto “libero” libera la mente e il cuore, magari si può cercare di pianificare quale pasto consumare e non esagerare con le calorie. In questo modo la dieta non sarà più triste perché gli ormoni e il metabolismo verranno riportati nella norma. Per quanto riguarda la durata e la frequenza degli intervalli dipende da quanti chili si devono perdere e non bisogna sottovalutare la situazione psicologica.

Dieta “stop and go” a base di centrifugati per prendersi una pausa “sana”

dieta libera

Dopo Pasqua c’è davvero bisogno di una dieta efficace e poco impegnativa, sicuramente quella che stiamo per proporvi è perfetta perché oltre a farvi dimagrire, disintossica, drena, idrata, depura e sgonfia. Con l’arrivo della bella stagione anche il banco del fruttarolo è diventato molto più assortito e quindi non avrete problemi a trovare i prodotti che vi indicheremo.

A colazione preferite un bicchiere di acqua con il succo di 1 limone, poi una tazza di thè verde dolcificato con il miele, 1 yogurt magro con kiwi o fragole fresche e poi una manciata di mandorle. A pranzo e a cena potete alternare tra insalate fresche a base di cereali (grano e farro) con pomodorini, carote, sedano e cetrioli e pesce cotto al forno insaporito con spezie. Tra le altre idee sfiziose e light c’è anche l’orzotto con i piselli e i funghi, saltato in padella con un filo d’olio e lo scalogno. Alternate sempre i tipi di carne e preferite quella leggera come pollo e tacchino. Inoltre per ripulire l’intestino consumate cibi e prodotti integrali. Un regime alimentare di questo tipo potrebbe portare a gravi scompensi, ma riportate tutto alla normalità con i legumi e le uova (sode), ricche di vitamine.

Per quanto riguarda i centrifugati chi è a dieta può contare su quelli a base di pomodoro, succo di limone e tabasco (ricco di calcio e potassio), per preparare la pelle all’esposizione solare invece meglio il centrifugato di carote e melone, infine per dissetarsi ecco il cetriolo, il finocchio e l’ananas. La combinazione di questi tre prodotti ha un effetto super drenante come quello a base di anguria, fragole e ciliege (consigliato per chi ha l’intestino pigro).

Flavia

La salute non s’acquista coll’andar dal farmacista. [cit.]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.