Tisane al tarassaco per dimagrire

Tisane al Tarassaco per dimagrire: proprietà, benefici e consigli

Tisane al tarassaco per dimagrire
Tisane al tarassaco per dimagrire: proprietà, utilizzo e consigli.

Utilizzato fin dall’antichità come sostanza medicinale, il tarassaco è un’erba dal forte potere depurativo e diuretico (non a caso veniva chiamato “piscialetto”). Queste proprietà, unite a molte altre, rendono l’assunzione di tisane al tarassaco molto importanti per chi sta seguendo un programma di recupero della forma fisica.

Di seguito trovate alcuni consigli per l’utilizzo di questa pianta all’interno della vostra dieta.

Tisana al Tarassaco per dimagrire: Proprietà benefiche

Il grande utilizzo del tarassaco all’interno di regimi dietistici per il recupero della forma fisica è dovuto alle forti proprietà lassative e depurative di questa pianta, a cui si aggiungono gli effetti sul processo digestivo. Ecco maggiori dettagli:

  • Diuretico e depurativo: forte diuretico, il tarassaco agisce sui reni stimolando la produzione di urina e, di conseguenza, l’eliminazione di sostanze nocive quali tossine e scorie metaboliche. L’effetto diuretico compare in pochissimi minuti dall’assunzione.
  • Digestivo: stimolando la secrezione delle ghiandole salivari e biliari, nonché agisce sui succhi gastrici, intestinali e pancreatici favorendo così il processo digestivo.
  • Fame e metabolismo: grazie alla presenza delle vitamine B e D dà un senso di sazietà e migliora il metabolismo.

Oltre alle funzioni utili al dimagrimento, il tarassaco presenta numerose proprietà benefiche per il nostro organismo. Ecco le principali:

  • Fegato: stimolando la produzione di bile, il tarassaco facilita lo svuotamento della cistifellea e può aiutare in casi di patologie legate al fegato quali epatite, cirrosi e insufficienza epatica.
  • Antibatterico e antifungino: grazie alla presenza del tannino, combatte infezioni da batteri e funghi
  • Pelle: il tarassaco aiuta a combattere inestetismi della pelle quali acne e sebo in eccesso

Tisana al Tarassaco per dimagrire: Modalità di assunzione

A differenza di altre erbe utilizzate per le tisane dimagranti, il tarassaco può essere assunto secondo modalità differenti… e anche mangiato al naturale! Ecco qualche consiglio:

  • Crudo: detto anche “cicoria matta”, il tarassaco ha un sapore amaro ma gradevole se opportunamente condito. Per chi volesse provare, consigliamo di consumarlo crudo a mo’ di insalata insaporendolo con un filo d’olio d’oliva e del limone.
  • Succo Fresco: spremendo o triturando foglie e radici si ottiene un succo abbastanza amaro, di cui è bene consumare un paio di cucchiaini prima dei pasti.
  • Infuso: mettere in infusione 20-30 grammi di foglie essiccate ogni litro d’acqua.
  • Decotto: bollire 30-50 grammi di radice tritata in un litro d’acqua e lasciar riposare.

Per chi desiderasse provare una tisana drenante a base di tarassaco smorzandone il sapore amaro, consigliamo la seguente ricetta:

  • 50 gr di tarassaco
  • 25 gr di foglie di betulla
  • 25 gr di ortica

Per preparare la tisana è necessario lasciare le erbe in infusione in acqua bollente per alcuni minuti. L’infuso può poi essere conservato in un barattolo sigillato.

Tisana al Tarassaco per dimagrire: Pericoli e controindicazioni

L’assunzione di tarassaco in forma di tisana o altre modalità è sconsigliata nei seguenti casi:

  • Persone affette da gastrite, ulcera, infiammazione e calcoli delle vie biliari
  • Durante gravidanza e allattamento
  • Soggetti che soffrono di iperacidità
  • Casi di insufficienza renale, diabete e insufficienza cardiaca (a causa della presenza di potassio)
Elisa

Notizie, consigli e curiosità per aiutare a ritrovare uno stile di vita salutare... senza dimenticare la bellezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.