Tisana Pilosella

Tisana di Pilosella: Proprietà, consigli e possibili controindicazioni

Tisana Pilosella
Tisana di Pilosella: Proprietà, consigli e possibili controindicazioni

Definita anche “lingua di gatto” o talvolta “orecchia di topo” per via della sua caratteristica forma, la Pilosella è un’erba originaria della zona del Magreb e del Medio Oriente, ma oggi molto diffusa anche in Europa, prevalentemente nelle zone montuose.

Grazie ad i suoi rinomati effetti diuretici ed antinfiammatori, questa pianta viene usata fin dall’antichità come erba medicinale e ne sono oggi state riconosciute ulteriori proprietà.

Ecco dunque alcune informazioni utili sugli estratti di Pilosella: effetti benefici, modalità di assunzione e consigli, senza dimenticare di dare un’occhiata alle controindicazioni.

Tisana di Pilosella: Proprietà benefiche e dimagranti

Come già anticipato, la Pilosella è utilizzata fin dall’antichità dalla medicina omeopatica per via delle sue spiccate proprietà medicinali. Con il passare dei secoli, la scienza è stata non solo in grado di confermare biologicamente e chimicamente la validità terapeutica di questa pianta, ma anche di scoprirne ulteriori effetti benefici.

Ecco dunque una panoramica delle proprietà benefiche della Pilosella e dei suoi estratti.

Potente diuretico.

Indubbiamente la sua caratteristica principale, la Pilosella è in grado di aumentare fino al doppio il volume dell’urina e stimola dunque la diuresi con conseguente rimozione dei liquidi in eccesso. Questa proprietà risulta estremamente utile in casi di:

  • Ritenzione idrica
  • Gonfiore alle caviglie ed edemi alle gambe
  • Inestetismi della cellulite
  • Ipertensione

Proprietà drenante.

Grazie ai propri forti effetti diuretici, la Pilosella attua sul nostro organismo un’azione drenante e disintossicante che favorisce l’eliminazione di scorie e tossine, nonché la purificazione del sangue da eventuali eccessi di proteine animali

Azione coleretica e colagoga.

Si ritiene che la Pilosella sia in grado di stimolare l’escrezione di bile ed il suo deflusso, permettendo così una purificazione del fegato dalle tossine.

Proprietà antisettica e antibiotica.

Grazie alla presenza di umbelliferone, questa pianta è in grado di combattere i microbi ed i batteri responsabili delle principali infezioni delle vie urinarie e del sistema digerente, permettendo così cura e prevenzione di uretriti, cistiti e infezioni del tratto urogenitale.

Proprietà antiemorragica.

Grazie alla presenza di tannini, la Pilosella è anche in grado di favorire la cicatrizzazione delle emorragie (sia interne che esterne) di natura traumatica o infettiva.

Tisana di Pilosella: Preparazione e Modalità di assunzione

La Pilosella può essere assunta con diverse modalità:

  • Tintura madre: difficile da produrre manualmente, ma estremamente efficace, la tintura può essere acquistata in erboristeria o talvolta anche in farmacia in bottigliette munite di contagocce. Rispetto a tisane e decotti, ha un potente effetto diuretico ed antibiotico ed è dunque consigliato in casi di sintomi gravi o persistenti nel tempo.
  • Tisane o Infusi: è possibile acquistare sia i fiori freschi sia i preparati pronti in bustina. Per la preparazione è necessario lasciare in infusione 80 grammi di fiori per ogni litro di acqua bollente. Il tempo di infusione è di circa 10 minuti.
  • Estratto secco: in erboristeria è anche possibile acquistare la Pilosella sotto forma di estratto secco in compresse o capsule. Salvo diverse indicazioni sulla confezione, in questo caso andrebbero assunte due volte al giorno.
  • Creme: in questo caso gli estratti di Pilosella sono contenuti in una crema da applicare esternamente sulla cute per combattere gli inestetismi della cellulite.

Sia nel caso della tintura madre sia degli infusi, è consigliabile assumere la Pilosella lontano dai pasti e, possibilmente, il mattino a digiuno. In questo modo vengono infatti ottenuti gli effetti maggiori.

Infine una curiosità: in alcune zone d’Italia la Pilosella viene anche usata in cucina, specialmente nella preparazione di zuppe e frittate.

Tisana di Pilosella: Pericoli e controindicazioni

Benché generalmente ritenuta priva di effetti collaterali, la Pilosella andrebbe assunta con cautela durante gravidanza e allattamento, nonché in caso di somministrazione di altri farmaci.

In generale, in caso di dubbi o situazioni a rischio è sempre bene rivolgersi al proprio medico curante.

Elisa

Notizie, consigli e curiosità per aiutare a ritrovare uno stile di vita salutare... senza dimenticare la bellezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.