Intolleranza al Glutine

Celiachia o Intolleranza al Glutine: Descrizione, Diagnosi, Dieta e Cura

Intolleranza al Glutine
Celiachia o Intolleranza al Glutine: Descrizione, Diagnosi, Dieta e Cura

Dopo essere stata ignorata o sottovalutata per secoli interi, negli ultimi decenni la Celiachia (così viene definita l’Intolleranza al Glutine) ha finalmente catturato l’attenzione della medicina permettendo la realizzazione e commercializzazione di prodotti e alimenti pensati per i soggetti colpiti.

Nonostante i recenti progressi, l’informazione pubblica su questa intolleranza alimentare rimane generalmente ancora piuttosto scarsa con conseguenti difficoltà per l’effettuazione di autodiagnosi.

In questo articolo troverete dunque alcune informazioni utili per imparare a conoscere la Celiachia, diagnosticarla e prendere le contromisure necessarie.

Celiachia e Intolleranza al Glutine: Descrizione

Spesso considerata a livello di vera e propria malattia, la Celiachia è un’intolleranza alimentare che si manifesta in caso di assunzione di alimenti contenenti glutine. Questa sostanza altro non è che una proteina contenuta in alcuni cereali come frumento, farro, orzo, kamut, segale, spelta e triticale. Per quanto riguarda l’avena, si ritiene che in forma pura non sia dannosa per l quasi totalità dei celiaci.

In tempi recenti la medicina ha portato alla distinzione di tre patologie distinte che riguardano il glutine: celiachia, allergia al frumento e sensibilità al glutine. Specialmente nel primo e nel terzo caso i sintomi si presentano in forma molto simile ed è dunque difficile effettuare una diagnosi precisa senza analisi specifiche.

Determinata dalla presenza di un particolare gene (necessario ma non sempre sufficiente per il manifestarsi dell’intolleranza), la Celiachia provoca una risposta autoimmune dell’organismo: in presenza di glutine, le difese immunitarie vanno a colpire le cellule della parete intestinale predisposte all’assorbimento dei nutrienti, privando a lungo andare gli organi delle sostanze necessarie al loro funzionamento. Per questo motivo una mancata diagnosi della Celiachia può provocare danni gravi nel lungo termine.

Celiachia e Intolleranza al Glutine: Incidenza sulla popolazione

La Celiachia è una delle intolleranze alimentari più diffuse sul Pianeta e, dopo quella al lattosio (trovate qui maggiori informazioni in merito), è una delle più frequenti in assoluto nei Paesi Occidentali. Il motivo è da ricercarsi nelle abitudini alimentari: in Europa e Nord America l’incidenza nella dieta di cereali contenenti glutine è difatti notevolmente superiore rispetto agli altri continenti.

In Italia si ritiene che la popolazione colpita oscilli tra lo 0,7% e l’1%, per un totale di 400.000 – 600.000 individui, ma meno di un terzo dei casi viene diagnosticato.

È stato inoltre accertato che il tasso di incidenza tra le donne è nettamente maggiore rispetto a gli uomini: il rapporto è di circa 2 a 1.

Celiachia e Intolleranza al Glutine: Sintomi e Diagnosi

Particolarmente pericolosa nei bambini, la Celiachia si può presentare a qualunque età in particolar modo in seguito ad eventi di stress per l’organismo come un intervento chirurgico, una gravidanza o una semplice infezione intestinale.

La diagnosi viene ulteriormente complicata dalla presenza di sintomi non sempre ricollegabili all’apparato digerente. Ecco i più frequenti:

  • Denutrizione, carenze nutritive, perdita di peso, diarrea, gonfiore addominale
  • Sovrappeso difficile da smaltire
  • Crampi, debolezza muscolare, formicolii
  • Fragilità e dolosi alle ossa
  • Anemia da carenza di ferro
  • Emorragie, gonfiore alle caviglie
  • Afte e alterazioni cutanee
  • Emicranie

Per effettuare una diagnosi sicura è necessario effettuare le analisi del sangue e, soprattutto, una biopsia intestinale.

Celiachia e Intolleranza al Glutine: Dieta da seguire

La pericolosità degli effetti della Celiachia sull’organismo rende particolarmente importante la cura dell’alimentazione, che deve escludere totalmente cibi in cui siano presenti anche solo delle tracce di glutine.

Di seguito trovate una lista esaustiva degli alimenti ammessi e di quelli vietati in una dieta per celiaci.

Alimenti Vietati:

  • Prodotti a base di frumento, segale, orzo, farro, kamut, triticale, spelta (e, eventualmente, avena)
  • Pane (anche integrale), pasta, gnocchi (di patate e semolino) e prodotti da forno a base di farina dei cereali sopracitati
  • Cibi infarinati e impanati (inclusa la frutta secca)
  • Surrogati del caffè contenenti orzo e altri cereali “vietati”
  • Malto (e fiocchi o pop corn)
  • Salsa di soia
  • Alcolici a base di alcol ottenuto da cereali con glutine o di origine incognita (birra, whisky, gin, vodka, amari, ecc.)

Alimenti Concessi:

  • Cereali privi di glutine come riso, mais, miglio, grano saraceno, manioca, amaranto e quinoa
  • Patate
  • Castagne
  • Carni (suine, bovine, ovine, caprine, pollame, selvaggina), pesce e molluschi
  • Uova
  • Verdura, legumi, frutta
  • Burro, lardo, strutto, olio d’oliva e di semi (arachidi, soia, mais, girasole, vinaccioli, noci)
  • Brodo vegetale e di carne.
  • Latte, panna fresca e formaggi stagionati
  • Acqua, vino, bibite gassate, caffè, tè, camomilla e tisane in genere
  • Sale, erbe aromatiche, zucchero e miele

Celiachia e Intolleranza al Glutine: Rimedi e precauzioni

L’unica terapia al momento in grado di garantire un perfetto stato di salute per chi soffre di Celiachia è osservare una dieta priva di glutine.

A differenza di altri tipi di intolleranze (come, ad esempio, quella al lattosio) provare ad educare l’organismo integrando gradualmente nella dieta la sostanza mal tollerata non solo non è possibile, ma può risultare estremamente pericoloso. Anche in piccole dosi il glutine può infatti provocare a lungo termine danni gravi nei soggetti celiaci.

A onor della cronaca va detto che un recente studio sta utilizzando la comprovata relazione tra la Celiachia ed il virus Rotavirus nel tentativo di sintetizzare un vaccino che possa prevenire l’Intolleranza al Glutine.

Elisa

Notizie, consigli e curiosità per aiutare a ritrovare uno stile di vita salutare... senza dimenticare la bellezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.