Ginnastica viaggio

Benessere in viaggio: Consigli ed Esercizi per le lunghe trasferte

Ginnastica viaggio
La ginnastica per i viaggi: ecco qualche esercizio da praticare durante le lunghe trasferte.

Viaggiare è uno dei grandi piaceri della vita… ma come la pensa il nostro corpo? Se la scoperta di nuovi luoghi e culture rappresenta indubbiamente un arricchimento per la persona, molto spesso visitare destinazioni lontane comporta uno stress non indifferente per il nostro organismo.

Problemi da jetlag a parte, infatti, trascorrere lunghe ore in auto, aereo o treno può avere controindicazioni anche abbastanza serie a livello muscolare e circolatorio. Grazie a qualche accorgimento potrete però limitare se non del tutto annullare questi effetti negativi. Di seguito potete dunque trovare suggerimenti ed esercizi utili per il vostro benessere in viaggio.

Benessere in viaggio: Le tre regole d’oro

Prima di addentrarci nella descrizione degli esercizi praticabili durante un viaggio, è bene ricordare qualche regola base. Si tratta di piccoli accorgimenti, all’apparenza magari banali, che però, se non rispettati, possono del tutto vanificare gli effetti benefici di qualunque esercizio. Ecco, dunque, le tre “golden rules” di un buon viaggiatore:

  1. Abbigliamento. Fondamentale per chi si appresta ad affrontare un lungo viaggio è la scelta del vestiario: assolutamente vietati abiti stretti e di materiali rigidi, così come le scarpe coi tacchi. Privilegiare dunque indumenti comodi (ideali le tute da ginnastica), calze elastiche e scarpe basse. E se avete paura di non essere chic, potete sempre cambiarvi prima di giungere a destinazione!
  2. Pause. Che si tratti di un viaggio in macchina, in treno o in aereo, sgranchire le gambe per qualche minuto non è un optional, ma una necessità. Se si deve affrontare un lungo volo, è consigliato passeggiare per circa cinque minuti ogni ora.
  3. Alimentazione. Importantissima è infine la scelta di cibi e bevande prima e durante il viaggio. Sconsigliate le pietanze eccessivamente abbondanti o elaborate e, soprattutto, gli alcolici (anche se non si è al volante). Infine, tenere sempre una bottiglietta d’acqua a portata di mano: l’idratazione è fondamentale!

Benessere in viaggio: Esercizi per l’AEREO

Esercizi aereo
Gli esercizi per affrontare al meglio i lunghi voli.

Tra tutti i mezzi di trasporto l’aereo presenta indubbiamente i maggiori fattori di rischio: la bassa pressione e la lunga immobilità forzata possono provocare – se non contrastati con degli accorgimenti – dei gravi disagi all’organismo soprattutto a livello circolatorio. Ecco dunque qualche esercizio che vi aiuterà a trascorrere con piacere anche i voli più lunghi.

  • Collo e spalle. Mantenendo le spalle sciolte, ruotare la testa partendo dalla posizione laterale e proseguendo in senso orario, soffermandosi qualche secondo in ogni posizione. Successivamente, con i piedi ben poggiati a terra, ruotare delicatamente le spalle in avanti e poi indietro. Ogni sequenza dovrebbe durare 15-20 secondi.
  • Flessioni: Poggiare i piedi saldamente a terra e tirare in dentro la pancia. A questo punto iniziare a piegarsi in avanti fino a raggiungere con le mani le caviglie. Mantenere la posizione per circa 15 secondi.
  • Gambe, ginocchia e caviglie. Mantenendo le gambe sollevate dal pavimento, ruotare i piedi dolcemente in senso orario e antiorario per circa 20 secondi. A questo punto procedere col prossimo esercizio: poggiare i piedi a terra e sollevare le punte verso l’alto, quindi riportare le punte a terra e sollevare i talloni. Ripetere la sequenza con un movimento continuo per circa 30 secondi. Infine, portarsi un ginocchio al petto stringendolo con le mani e mantenere la posizione per 15 secondi. Ripetere quindi con l’altra gamba.

Benessere in viaggio: Esercizi per l’AUTOMOBILE

Esercizi automobile
Gli esercizi per chi fa lunghi viaggi in auto.

Viaggiare in automobile non presenta i problemi legati a bassa pressione e immobilità forzata dei voli in aereo, ma presenta comunque dei fattori di rischio specialmente per via della limitatissima libertà di movimento. Di seguito troverete dei semplici esercizi adatti sia ai passeggeri, sia per a si trova al volante. In questo secondo caso è però doveroso precisare che i movimenti vanno effettuati esclusivamente durante una sosta!

  • Collo e cervicale. Per distendere i muscoli di questa delicata parte del corpo, piegare dolcemente la testa avanti e indietro e, successivamente, a destra e a sinistra. Successivamente, potete passare ad un esercizio tonificante: ruotate lentamente ma con forza la testa opponendo resistenza con una mano.
  • Braccia e Pettorali. Flettere il busto in avanti facendo opposizione sugli avambracci poggiati al volante. Per rinforzare i pettorali, unire le mani al petto in posizione di preghiera e spingerle con forza l’una contro l’altra.
  • Gambe e caviglie. Rimanendo seduti, incrociare le gambe e spingere quella superiore, tesa, verso l’alto, mentre quella inferiore (flessa) verso il basso. Ripetere l’esercizio a gambe invertite. Per le caviglie, effettuare un movimento simile a quello indicato per l’aereo.
Elisa

Notizie, consigli e curiosità per aiutare a ritrovare uno stile di vita salutare... senza dimenticare la bellezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.