ribes nero

Le proprietà dell’olio di ribes nero

ribes nero

Il ribes nero, da cui si estrae l’olio, appartiene alla famiglia delle Sassifragaceae. Il nome di questa pianta deriva dall’arabo “ribas”, un rabarbaro libanese molto simile. La pianta del ribes nero raggiunge anche un’altezza di circa 2 metri. In primavera si ricopre di fiorellini di colore bianco, mentre i frutti maturano alla fine dell’estate tra agosto e settembre. Originariamente aveva un aroma terribile, poi nel corso dei secoli è stato modificato dall’uomo e anche le specie selvatiche si sono adattate. I popoli antichi erano convinti che il ribes nero allontanasse il male, per via del loro colore scuro, e lo usavano per curare la febbre e la peste.

Olio di ribes nero: utile contro la couperose

L’olio di ribes nero è ricco di acido gamma-linolenico. É disponibile sia in gocce da sciogliere in acqua che in compresse. La formulazione oleosa bilancia gli acidi grassi omega 3 e omega 6 di cui è ricco. Ha un’azione antinfiammatoria e antiallergica, inoltre ha dato ottimi risultati nel trattamento di malattie cutanee come orticaria, acne e psoriasi. L’olio viene estratto a freddo dai semi di ribes nero mediante la pressatura idraulica. Grazie a questo procedimento viene ottenuta una soluzione concentrata composta da GLA e vitamina E (che conserva il principio attivo). Successivamente viene miscelata con acqua, alcol e glicerina.

L’olio di ribes nero è indicato soprattutto per chi soffre di couperose e di acne rosacea perché stimola le ghiandole surrenali a produrre cortisolo. La pelle del viso migliora sin dalle prime applicazioni e in alcuni casi ha anche attenuato gli inestetismi sino a farli scomparire del tutto. Se avete fatto la ceretta in zone delicate come inguine e ascelle, passate qualche goccia di olio di ribes nero con un batuffolo di cotone, la sensazione di sollievo sarà immediata.

Ribes nero: altre proprietà

Le foglie del ribes nero, non vengono usate per produrre l’olio, ma hanno proprietà diuretiche e, per questo motivo, sono utilizzate in campo fitoterapico per tenere pulite le vie urinarie ed eliminare urea e acido urico. Il modo migliore per consumarle è in infuso o decotto. Recenti studi hanno dimostrato che il ribes nero, aumenta anche la produzione di ormoni anti-stress.

Flavia

La salute non s’acquista coll’andar dal farmacista. [cit.]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.