muscoli

Arginina: tutto quello che devi sapere sull’arginina

muscoli

In questo articolo cercheremo di fare chiarezza sull’arginina perché è solo informandosi che si può mantenere in perfetta salute il proprio organismo e, su questo amminoacido vi è ancora troppa confusione. Innanzitutto l’arginina facilita il processo di eliminazione delle sostanze di scarto prodotte dal metabolismo, come l’ammoniaca. Inoltre partecipa alla formazione di composti come la creatina (molto importante per lo sviluppo muscolare) e, quando necessario, viene trasformato in glucosio.

Tra le altre funzioni svolge dall’arginina vi è la creazione dell’ossido nitrico, che aiuta i vasi sanguigni a rilassarsi aumentando il flusso di sangue. Ovviamente si deve prestare attenzione a non assumerla in caso di attacchi cardiaci perché si è registrato un alto tasso di mortalità proprio in seguito alla sua somministrazione in quanto ne aggrava gli effetti.

Tuttavia l’arginina si è dimostrata molto utile per trattare la disfunzione erettile. Così come il viagra potenzia gli effetti dell’ossido di azoto sui muscoli che ricoprono i vasi sanguigni nella zona del pene aumentando l’erezione. L’unica differenza tra le due sostanze è che l’arginina deve essere assunta quotidianamente e in maniera costante, altrimenti non si verifica alcun miglioramento.

Un beneficio che riguarda sia le donne che gli uomini e la riparazione delle ferite in quanto l’arginina stimola la produzione della prolina, un amminoacido alla base della sintesi del collagene. Anche se si soffre di pressione alta, emicrania e persino cistite si può ricorrere agli integratori di arginina per aiutare il nostro corpo a guarire in fretta in caso non fosse in grado di produrne abbastanza.

Dovete sapere infatti che la produzione avviene in maniera spontanea a carico dei reni e del fegato seppure in minore misura. Chi segue una dieta equilibrata non ha molti problemi perché l’arginina si trova sia nella carne che nel pesce. Anche il pollo e le noci sono delle ottime fonti alimentari, ma il primato spetta alle proteine vegetali, in particolare alla soia.

Prima di fare scorte di integratori di arginina e riempire il vostro frigo di cibo che ne contiene una grande quantità continuate la lettura del nostro articolo perché dobbiamo ancora approfondire gli effetti collaterali. Purtroppo l’arginina tende ad abbassare la pressione sanguigna e causare nausea, indigestione e forti mal di testa. Una terapia a base di arginina dovrebbe essere iniziata solo d’accordo con il proprio medico curante e mai senza aver valutato lo stato di salute generale perché vi potrebbero essere delle alterazioni nei livelli di potassio, fosfati e cloruro di sodio. Anche i pazienti diabetici devono prestare molta attenzione perché si potrebbe verificare un aumento degli zuccheri nel sangue. Le donne in gravidanza e in allattamento devono starne alla larga in quanto non sono ancora noti gli effetti sul feto e sui neonati.

Infine occorre ricordare che vi sono delle interazioni con i FANS e con i farmaci diuretici.

Flavia

La salute non s’acquista coll’andar dal farmacista. [cit.]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.