Erbe dimagranti drenanti depuranti

Erbe dimagranti drenanti: Depurare l’organismo da liquidi e tossine

Erbe dimagranti drenanti depuranti
Erbe dimagranti drenanti e depuranti

La strada per recuperare una buona forma fisica è spesso lunga e tortuosa e necessita di una grande forza di volontà. Se attività fisica ed alimentazione sana restano elementi imprescindibili per chi voglia perdere peso, l’utilizzo di erbe può senza dubbio contribuire ad ottenere risultati migliori e più velocemente.

Le erbe dimagranti possono essere di vario tipo a seconda della loro funzione (vi rimandiamo al nostro articolo in merito per maggiori dettagli): di seguito troverete alcune importanti informazioni sulle sostanze naturali con proprietà drenanti e depuranti.

Erbe dimagranti drenanti: Tipologie e funzioni

A differenza delle erbe dimagranti che agiscono sul metabolismo aumentandone la velocità e favorendo l’eliminazione dei grassi (trovate qui maggiori informazioni), questo tipo di sostanze naturali non interviene a livello dell’assimilazione delle sostanze nutritive. Il funzionamento delle erbe drenanti all’interno di un programma mirato alla perdita di peso è infatti diverso: queste sostanze inducono una notevole eliminazione dei liquidi in eccesso consentendo così la depurazione dell’organismo dalle tossine.

Se il calo dei chili segnati sulla bilancia dovuti alla perdita di liquidi non può essere considerato un dimagrimento vero e proprio, l’effetto di depurazione delle erbe drenanti assume un ruolo fondamentale all’interno del processo di dimagrimento. Durante una dieta o un’intensa attività fisica, infatti, il tessuto adiposo viene piano piano eliminato e le tossine contenute all’interno di esso vengono liberate all’interno dell’organismo.

Le erbe diuretiche e drenanti sono altamente consigliate non solo per chi desideri tornare informa, ma anche chi desidera contrastare gli accumuli di cellulite o soffre di insufficienza venosa.

Ecco i principali tipi:

  • Tarassaco (radice): grazie ai suoi speciali principi attivi non solo favorisce l’eliminazione delle tossine dal nostro organismo, ma accelera anche la digestione. Si trova in commercio sotto forma di tisane, gocce o tavolette.
  • Betulla (foglie): potente diuretico ma al contempo ricca di sali minerali, favorisce la depurazione dell’organismo senza impoverirlo da sostanze benefiche.
  • Carciofo: grazie alla presenza della cinarina nella propria composizione, il carciofo è uno stimolatore epatico e contribuisce all’abbassamento del livello dei grassi nel sangue. Bollendone le foglie, invece, si ricava un infuso dai poteri diuretici e drenanti.
  • Altre erbe: Asparago (rizoma, radici), ciliegio (peduncoli dei frutti), ortica (pianta fiorita e radici) frassino (foglie e semi), gramigna (rizoma), mais (stimmi o barbe), olmaria (fiori), ortosifon (foglie), ononide spinosa, (radice), equiseto (parti aeree), pilosella (parti aeree), prezzemolo (parti aree e radici), pungitopo (rizoma).

Per massimizzare gli effetti e ridurre i rischi, si consiglia l’assunzione delle erbe dimagranti drenanti sotto forma di tisane: in questo modo, infatti, si reintegrano nell’organismo i minerali ed i liquidi persi.

Erbe dimagranti drenanti: Pericoli e controindicazioni

Alcune erbe dimagranti drenanti sono dei forti diuretici e devono dunque essere assunti con cautela. Un uso smodato può infatti portare ad un’eccessiva perdita di liquidi con la conseguente eliminazione non sono di tossine ma anche di sostanze benefiche quali i sali minerali.

L’assunzione di erbe drenanti è inoltre sconsigliata a chi soffre di patologie renali (come i calcoli) oppure soffre di bassa pressione.

Per limitare i rischi, si raccomanda di rispettare le dosi indicate sulla confezione e di assumere queste erbe sotto forma di tisana.

Elisa

Notizie, consigli e curiosità per aiutare a ritrovare uno stile di vita salutare... senza dimenticare la bellezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.