Erbe dimagranti sazietà

Erbe dimagranti sazianti per combattere la fame nervosa

Erbe dimagranti sazietà
Erbe dimagranti che donano un senso di sazietà

L’attività fisica è fondamentale per il recupero di una buona forma fisica, ma ogni sforzo in palestra finirà per risultare inutile se poi a tavola si finisce preda degli attacchi di fame! Per arginare questo problema, un aiuto importante può arrivare dall’utilizzo di erbe dimagranti ricche di fibre dall’alto potere saziante.

Di seguito troverete alcune informazioni utili per conoscere meglio questo tipo di integratori naturali ed utilizzarli in modo corretto.

Erbe dimagranti sazianti: Tipologie e funzioni

La caratteristica principale di questa particolare categoria di erbe dimagranti (potete scoprire qui le altre varietà) è il proprio elevato contenuto di fibre, responsabili dei loro effetti benefici in un processo di dimagrimento. In particolare, queste sostanze naturali agiscono in tre modi:

  • Creano un senso di sazietà contrastando gli attacchi di fame nervosa
  • Riducono la velocità di assorbimento delle sostanze nutritive stabilizzando il livello di glicemia e evitano crisi iperfagiche
  • Favoriscono l’attività intestinale accelerando l’eliminazione di scorie e tossine

Se queste proprietà accomunano tutte le erbe ricche di fibre, ogni singola varietà ha le proprie peculiarità. Ecco dunque le più importanti:

Ecco i principali tipi:

  • Crusca: celebre per le proprie proprietà benefiche, la crusca non solo dona un grande senso di sazietà ma è un elemento fondamentale per l’equilibrio della flora intestinale. Oltre che sotto forma di integratore, è presente nella maggior parte dei cereali e dei prodotti integrali.
  • Semi di lino: oltre a provocare un senso di sazietà se ingeriti prima o durante i pasti, i semi di lino sono giocano un ruolo molto importante per l’organismo grazie al loro contenuto di Omega 3.
  • Glucomannano: ingerita insieme all’acqua, una volta nello stomaco questa sostanza aumenta velocemente di volume aumentando il senso di sazietà e, contemporaneamente, riducendo l’assorbimento dei nutrienti. Visti i suoi effetti molto rapidi, se ne consiglia un’assunzione prudente e limitata nel tempo.
  • Altre erbe: guar, gomma karaya, psillio (semi), agar agar, pectina, farina di Konjac, algina ed acido alginico, carragenina

Per massimizzare gli effetti di queste erbe dimagranti, se consiglia l’assunzione circa mezzora prima dei pasti, possibilmente insieme a molta acqua.

Erbe dimagranti sazianti: Pericoli e controindicazioni

Per quanto generalmente innocue, le erbe dimagranti ricche di fibre possono avere delle controindicazioni se assunte in quantità smodate o in soggetti particolarmente a rischio.

Ecco i principali effetti collaterali:

  • Impoverimento dell’organismo: l’assunzione di erbe dimagranti ricche di fibre influisce sulla capacità dell’intestino di assorbire sostanze molto importanti per il buon funzionamento del nostro organismo, quali calcio, magnesio, zinco e fosforo. Questa controindicazione può risultare particolarmente dannosa per bambini, anziani e donne in stato di gravidanza.
  • Disturbi gastrointestinali: per chi non è abituato, questi integratori possono portare a problemi al sistema gastrointestinale con sintomi quali infiammazioni, gonfiore, meteorismo, diarrea o stipsi.
  • Asfissia: l’assunzione di erbe dimagranti ad alto contenuto di fibre prima di coricarsi può portare ad ostruzioni delle vie aeree a causa del rapido aumento di volume di queste sostanze.
Elisa

Notizie, consigli e curiosità per aiutare a ritrovare uno stile di vita salutare... senza dimenticare la bellezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.