Dieta Super Salute di Massimo Gualerzi: l’antidoto alle diete sbagliate

dieta_salute

Esiste un antidoto alle diete? La risposta alla domanda è: sì. La dieta Super Salute del dottor Massimo Gualerzi, è una strategia mirata a far capire che non basta mettersi a dieta per sconfiggere i chili di troppo. Inoltre questa filosofia alimentare spazza via gli ultimi dubbi sul fatto che il dimagrimento è una questione di miracoli. Facciamo un esempio per farvi capire meglio cosa c’è alla base del pensiero dei cardiologo: rispettando la cronobiologia si possono ottenere ottimi risultati senza fare troppi sforzi.

Il dottore Massimo Gualerzi, oltre ad essere un cardiologo, è esperto in prevenzione e riabilitazione delle malattie cardiovascolari. La sua dieta rigenera l’organismo e dona una sensazione di salute e benessere prolungati nel tempo. Prima di mettere a punto il suo regime alimentare, l’esperto ha cercato di capire se c’era la dieta perfetta tra quelle già esistenti. Vi sono alcune diete che fanno dimagrire, come quelle iperproteiche, ma aumentano le infiammazioni, altre invece come quelle vegane e fruttariane sono troppo complesse e comportano dei sacrifici a lungo termini, infine vi sono quelle specifiche per chi ha delle intolleranze che provocano squilibri. La dieta Super Salute si propone dunque come antidoto, rispettando i giusti tempi per mangiare e fare attività fisica. In questo articolo abbiamo cercato di riassumere i punti principali di questa dieta e vi ricordiamo che il dottor Gualerzi ha pubblicato anche un libro.

dieta super salute

Iniziamo subito partendo dalla cronobiologia: per ogni cibo c’è un orario giusto. Gli alimenti di cui ci nutriamo non vengono metabolizzati sempre allo stesso modo. I carboidrati la sera sono banditi per scongiurare il rischio di diabete e di obesità. Per quanto riguarda i grassi invece, l’ossidazione degli acidi è migliore nelle ore serali, ma devono essere tenuti sotto controllo. Da preferire le proteine perché favoriscono la secrezione del cortisolo e dell’ormone della crescita. Molti studi inoltre dimostrano che se dormiamo male, mangiamo peggio. Il nostro organismo ha bisogno di riposare altrimenti il cervello va in tilt e ci spinge verso cibi grassi e calorici che compensano apparentemente la stanchezza. Sarebbe auspicabile andare a letto intorno alle ore 22.30 e alzarsi alle ore 06.45. Al mattino bere un bicchiere d’acqua con 1 cucchiaino di aceto di mele e dedicarsi all’attività fisica come 25 minuti di corsa o di bicicletta.

La dieta Super Salute tra i suoi principi ne ha uno fondamentale ovvero: accettarsi. Se ci vergogniamo del nostro aspetto fisico e non accettiamo le imperfezioni, non riusciremo a migliorare. Riducendo la tensione lasciamo spazio al buonumore e all’energia necessaria per intraprendere un percorso di cambiamento. Superata questa fase, è necessario ripulire l’organismo dalle tossine e procedere con quella che viene chiamata appunto fase detox. All’inizio di ogni stagione si devono dedicare tre giorni a ripulire l’organismo, in primavera scegliere le verdure verdi che aiutano il sistema immunitario, quindi via libera ad asparagi, broccoli, prezzemolo, spinaci e rucola. Uno schema detox ideale è il seguente: al mattino 2 bicchieri di acqua con 2 cucchiaini di aceto di mele, 1 centrifugato con pera, spinaci e sedano, durante lo spuntino sgranocchiate 6 mandorle o 5 noci, a pranzo preferire i cereali senza glutine con verdure di stagione cotte al vapore e infine a cena, legumi e frutta di stagione.

Flavia

La salute non s’acquista coll’andar dal farmacista. [cit.]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.