olio di elicriso: proprietà diuretiche e purificanti

Olio essenziale di elicriso: proprietà e benefici

Helichrysum_italicum

L’olio essenziale di elicriso è indicato per lenire i disturbi causati dal malfunzionamento dell’apparato respiratorio. Come tutti i rimedi naturali, anche l’olio essenziale di elicriso ha molteplici proprietà curative, infatti è noto per essere disintossicante e diuretico. I reni e il fegato sono gli organi che giovano maggiormente dell’azione di questo olio, in quanto i tessuti vengono privati dei residui tossici che ne impediscono il corretto funzionamento. L’azione purificante viene esercitata anche all’esterno, nei centri estetici infatti l’olio essenziale di elicriso viene impiegato per i massaggi, per rimuovere lesioni e macchie.

L’elicriso è una pianta erbacea perenne, esistono diverse varietà, quella più comune è di origine italica con fiorellini di colore giallo intenso dai petali sottili, riuniti in corimbi, molto profumati. L’olio essenziale si ricava proprio dai fiori che vengono distillati in corrente di vapore, mentre le foglie vengono essiccate per preparare tisane e infusi. Aggiungendo qualche goccia di olio essenziale di elicriso alla tisana si può purificare l’organismo, abbinato ad altre erbe naturali come bardana, gramigna, tarassaco e carciofo, l’azione sarà maggiore e completa.

olio di elicriso

Come abbiamo specificato all’inizio dell’articolo, l’olio essenziale di elicriso è ottimo per l’apparato respiratorio. In caso di malesseri stagionali come raffreddore e mal di gola, mettere 5 gocce nell’umidificatore o in una ciotola di acqua da posizionare sui caloriferi per far diffondere nell’ambiente. Ma non finisce qui, perché è un valido rimedio per attenuare i dolori mestruali. Il giorno prima del ciclo, fate un bagno caldo con 15 gocce di olio essenziale di elicriso, i dolori mestruali saranno meno insistenti e riuscirete ad affrontare con più serenità i giorni più difficili del mese. L’elicriso stimola la circolazione sanguigna e quella linfatica, evitando il ristagno di liquidi e quindi la ritenzione idrica. Dopo il bagno è possibile completare con un massaggio che ha una doppia azione, rilassante e anti radicali liberi. E se vi avanza qualche goccia unitela ad una tisana a base di malva per farne un collutorio naturale.

L’olio essenziale di elicriso non presenta controindicazioni, però i soggetti che assumono anticoagulanti devono prestare attenzione, inoltre per le donne in gravidanza e per i bambini è sconsigliato l’utilizzo in quanto gli effetti non sono noti. Prima di applicarlo sulla pelle, provate a fare un piccolo test per verificare se siete sensibili al prodotto e, al manifestarsi di strani effetti collaterali, consultate subito il vostro medico per valutare insieme eventuali intolleranze.

La scienza erboristica ha sempre indicato l’olio essenziale di elicriso tra i rimedi naturali più efficaci e sicuri. Una delle curiosità che lo riguarda affonda le sue radici nella mitologia greca, secondo cui le gocce del prezioso olio abbiano reso felice Arianna, dopo essere stata abbandonata da Teseo. Le ferite del suo cuore si sono rimarginate, forse perché il nome elicriso deriva dal latino “sole d’oro” e l’infelice dea ha riempito il vuoto lasciato dall’amato con la luce dorata.

Se volete preparare l’olio essenziale di elicriso a casa dovete procurarvi 200 grammi di friori freschi e 1 litro di olio extravergine di oliva. Lasciate macerare sotto il sole per 28 giorni circa in un contenitore di vetro, chiudete con il tappo e agitate di tanto in tanto. Con un cucchiaio spingete delicatamente verso il basso i fiori per ricoprirli di olio. Trascorso questo tempo, filtrate tutto e decantate, prima di conservare in una bottiglia scura, in modo che il liquido ottenuto non si alteri.

Flavia

La salute non s’acquista coll’andar dal farmacista. [cit.]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.