olio essenziale abete bianco: antidolorifico naturale

Olio essenziale di abete bianco: proprietà e benefici

olio essenziale abete bianco

L’olio essenziale di abete bianco non è molto conosciuto, eppure le sue proprietà benefiche sono molteplici, a partire da quelle antisettiche e antidolorifiche. Sarà che il Natale è sempre più vicino, però in questo periodo dell’anno l’abete è una nostra fissa, e abbiamo scoperto che l’olio prodotto dall’abete bianco, se inalato, svolge un’importante azione antidepressiva, che contrasta i malesseri tipici stagionali conosciuti come winter blues. Le giornate sono più corte e nella nostra vita c’è meno luce, ma l’olio essenziale di abete bianco rinvigorisce l’umore e aumenta la forza e l’energia, inoltre riesce a distendere i nervi, quindi se soffrite di sindrome premestruale e tendete ad essere molto aggressive, basta aggiungere qualche goccia in un diffusore per diventare serene.

Un ottimo consiglio valido anche per gli uomini e di usare l’olio di abete bianco vaporizzato nell’ambiente o massaggiato delicatamente nella zona del petto per calmare la tosse e sciogliere il catarro. Trattandosi di un rimedio naturale, la sua efficacia non è immediata, ma la sensazione di sollievo aiuta a superare meglio il raffreddore. Molte persone frizionano l’olio di abete bianco sulla fronte e sulle meningi per alleviare i sintomi della sinusite, anche essa frequente in questo periodo.

olio essenziale abete bianco_2

Molti dei rimedi naturali di cui vi parliamo, li scopriamo grazie al nostro erborista di fiducia, altri però sono dei consigli della nonna. L’olio essenziale di abete bianco è un antico rimedio usato per aumentare la vasodilatazione e per stimolare la circolazione sanguigna, in questo modo si trova sollievo dagli invalidanti dolori reumatici e articolari e, se avete dei crampi muscolari massaggiate delicatamente la parte irrigidita e indolenzita. Il calore delle mani consente ai principi attivi dell’olio essenziale di abete bianco di entrare in profondità nei tessuti e di rinascere, nel vero senso della parola. Ogni volta che parliamo di rimedi naturali, vi diciamo di consultare il medico o uno specialista e, nonostante il tono positivo del nostro articolo, vi invitiamo a farlo anche nel caso dell’olio essenziale di abete bianco. Le donne in stato di gravidanza e allattamento, dovrebbero evitare di seguire terapie a base di questo olio in quanto non sono stati studiati gli effetti collaterali.

Per la produzione dell’olio essenziale di abete bianco si utilizzano gli aghi, i piccoli rami e i coni. Queste parti vengono distillate in corrente di vapore e il profumo è molto fresco e dolce, con l’inconfondibile nota balsamica. Se dovete diffondere l’essenza nell’ambiente, dovete considerare l’ampiezza della stanza, perché essendo concentrato è molto forte, quindi basta una sola goccia. Prima di massaggiare il corpo verificate che la vostra pelle non sia sensibile, se non compaiono rossori, sciogliete 10 gocce in una crema neutra e massaggiate almeno 3 volte al giorno, coprendo bene la zona per consentire all’olio di fare il suo effetto. Per un bagno rilassante invece aggiungete 10 gocce all’acqua calda e immergetevi per 10 minuti, frizionando il corpo con una spugna delicata. Infine per i suffumigi (utili soprattutto dopo una sera in piazza al freddo e al gelo) versate 7 gocce in acqua bollente, mettete un asciugamano sulla testa e inspirate con il naso per qualche minuto, fino a quando il vapore non si dissolve completamente.

Flavia

La salute non s’acquista coll’andar dal farmacista. [cit.]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.