radice maca

Maca: la radice miracolosa che blocca l’appetito

radice di maca

La maca è un tubero dalle mille proprietà benefiche per l’organismo, insieme alle bacche di goji e ai semi di chia può essere considerato un superalimento. La maca si ottiene da una pianta che si sviluppa sull’altopiano delle Ande Peruviane, a più di 3500 metri sul livello del mare. Appartiene alla famiglia delle brassicaceae e una delle curiosità che la riguarda è che rende così povero il terreno che per molto tempo non si può più coltivare nulla.

La parte più preziosa della maca è la radice, che spesso viene chiamato anche ginseng peruviano. Le virtù medicamentose e nutrizionali erano ben note dagli Inca per cui era un vero e proprio dono degli dei. Sacerdoti e guerrieri trovavano la forza vitale e l’energia proprio dalla maca, ma ben presto gli Inca scoprirono anche le qualità afrodisiache. Le popolazioni locali del Perù usano la maca da millenni e la utilizzano in molti modi perché è piuttosto versatile, proprio come la patata, anche se ha un potere nutrizionale più importante. La maca, come tutti i tuberi, si può consumare sia secca che cotta, come piatto principale oppure come contorno. La polvere di maca invece può essere un ingrediente perfetto per i dolci o per la preparazione di bevande alcoliche.

maca

Maca: proprietà e benefici

Approfondiamo meglio le proprietà della maca partendo dalla composizione. In 100 gr di prodotto si trovano amminoacidi essenziali, sali minerali e vitamine, acidi grassi, proteine, fibre e carboidrati. Gli sportivi utilizzano la maca per lo sviluppo della massa magra, gli amminoacidi che contiene la rendono un integratore naturale perfetto, in quanto a differenza di tutte le altre non ha sostanze stimolanti nocive. Questo tubero è affascinante perché non contiene caffeina, ma basta assumerne un pezzettino per beneficiare di tutti gli stessi effetti, da quello stimolante a quello coadiuvante della lucidità e della memoria. Nei momenti di depressione e di stanchezza cronica, la maca è un prezioso alleato naturale, inoltre essendo una fonte di iodio stimola il funzionamento della tiroide e accelera il metabolismo, placando il metabolismo. Sicuramente molti di voi vogliono conoscere meglio le proprietà afrodisiache ma, oltre all’aumento del desiderio sessuale, la maca interviene sulla fertilità maschile e femminile. Il tubero rende più mobili gli spermatozoi e interviene nella sindrome pre-mestruale regolando il ciclo.

Come assumere la maca

In commercio è possibile trovare la maca sotto forma di compresse, oppure in polvere. Questo prodotto è sicuramente migliore perché viene essiccato al sole e macinato a mano, preservando tutte le caratteristiche nutrizionali. La polvere di maca si può disciogliere in un bicchiere di acqua calda o fredda, nei succhi, nelle centrifughe, nei frullati e persino nel latte (anche quelli di origine vegetale). È preferibile assumere la maca a stomaco pieno per favorire l’assorbimento a livello intestinale. Non vi sono controindicazioni e i soggetti che hanno assunto la maca non hanno manifestato sensibilità verso il prodotto. Tuttavia, essendo ricca di iodio è sconsigliata ai soggetti di ipertiroidismo, comunque è sempre meglio evitare in gravidanza e allattamento perché gli effetti dei fitoterapici sul feto non sono stati ancora testati. Se compaiono degli strani sintomi avvisate subito il vostro medico.

Flavia

La salute non s’acquista coll’andar dal farmacista. [cit.]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.