Tisana betulla

Tisana di Betulla: Rischi, benefici e proprietà dimagranti

Tisana betulla
Tisana di Betulla: Rischi, benefici e proprietà dimagranti

La natura ci offre un’incredibile quantità di possibilità per prenderci cura del nostro corpo senza far ricorso a medicinali o a sostanze prodotte chimicamente.

Tra le erbe e piante da cui si possono ricavare proprietà estratti dalle proprietà benefiche, troviamo la betulla. Grazie alle sue caratteristiche, gli infusi ottenuti dalle foglie di questa pianta hanno importanti effetti diuretici, drenanti e disintossicanti.

Di seguito trovate alcune informazioni utili per imparare a conoscere meglio questo importante alleato della nostra salute.

Tisana di Betulla: Proprietà benefiche

La betulla può essere considerata una vera e propria pianta del benessere: sia le sue foglie sia la linfa contengono infatti sostanze molto importanti per la salute del nostro organismo.

Le foglie di betulla sono caratterizzate dalla presenza di Vitamina C, glucosidi flavonici, tannini, acido caffeico e saponine: tutte sostanze in grado di contrastare i ristagni di liquidi e favorire l’eliminazione di scorie, tossine ed acidi urici.

Le Tisane di Betulla sono dunque un ottino alleato del nostro organismo:

  • Hanno una forte azione disintossicante
  • Contrastano la ritenzione idrica
  • Combattono gli inestetismi della cellulite
  • Curano cistite ed infezioni alle vie urinarie

Diverso è invece il discorso della linfa di betulla: questa sostanza – ricavata praticando dei fori nella corteccia della pianta a inizio primavera – è caratterizzata da proprietà analgesiche ed antinfiammatorie oltre che drenanti.

Un utilizzo combinato di tisane ottenute dalle foglie ed estratti di linfa può dunque avere un importante effetto depurativo e detossinante sul nostro organismo, nonché rivelarsi un efficace rimedio contro la cellulite.

Tisana di Betulla: Preparazione e Modalità di assunzione

La Tisana di Betulla è facilmente preparabile in casa anche se non si dispone degli infusi già pronti in bustina: è sufficiente immergere le foglie di betulla in acqua bollente e, dopo aver coperto il recipiente, lasciare infondere per una decina di minuti.

La dose consigliata sono 20 grammi di foglie di betulle per ogni litro d’acqua: la tisana così ottenuta andrebbe bevuta durante la giornata fino a consumarne quotidianamente almeno 750 ml.

Per quanto riguarda la linfa, si consigliano circa 40 gocce due o tre volte al giorno, lontano dai pasti.

Consiglio: Per aumentare gli effetti, aggiungere alla tisana un pizzico di bicarbonato. Questa sostanza è infatti in grado di sciogliere la resina contenuta nelle foglie e favorire così il rilascio delle sostanze benefiche.

Tisana di Betulla: Pericoli e controindicazioni

Se assunta rispettando le dosi consigliate, la Tisana di Betulla non presenta particolari rischi per la salute. Va però comunque tenuto presente che il suo forte potere drenante potrebbe andare ad interferire sull’utilizzo di alcuni farmaci, soprattutto se diuretici.

Se ne sconsiglia inoltre l’uso in caso di allergia all’acido acetilsalicilico e in soggetti affetti da insufficienza cardiaca o renale.

Elisa

Notizie, consigli e curiosità per aiutare a ritrovare uno stile di vita salutare... senza dimenticare la bellezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.