Rosso, di qualità e profumato: Prosciutto di Modena DOP, orgoglio della gastronomia modenese

fette di prosciutto di Modena DOPÈ il lontano 1969 quando un gruppo di produttori costituisce, dapprima in forma volontaria, il Consorzio del Prosciutto di Modena. La Pianura Padana modenese, nella quale già i Celti nel III-IV secolo a.C. conservavano la carne tramite il sale, ha alle spalle una lunga storia per quanto riguarda la produzione di prosciutto. Il prosciutto di Modena, ricavato da suini di razza pregiata nati e cresciuti in Italia, ottiene presto la denominazione DOP, classificandosi così come un prodotto unico e di qualità certificata: di colore rosso-rosato nella parte magra, profumo intenso, gusto sapido ma non salato e morbidezza al taglio, il prosciutto certificato DOP si caratterizza anche per la lunga stagionatura di ben 14 mesi a cui è sottoposto, un numero di mesi decisamente alto, ma necessario al fine di creare un prodotto di qualità elevata.

Risultato di continui investimenti e ricerche finalizzate a garantire una qualità unica, il salume tipico modenese, ottenuto nelle valli attraversate dal fiume Panaro, è rilevato positivamente anche all’estero. Il nostro prodotto tipico emiliano viene infatti acquistato anche in Germania, Francia, Inghilterra, Brasile, Canada e Svizzera. È questo uno dei motivi per i quali il prosciutto d’eccellenza di Modena si classifica come un orgoglio della gastronomia italiana; è infatti anche quando un prodotto riesce a varcare con successo i confini nazionali che ci si rende conto della sua qualità e dei riscontri positivi che esso ottiene sul pubblico. A contribuire ad accrescere la fama del prosciutto con contrassegno di qualità vi è il vanto che esso sia ricavato senza additivi e conservanti; si tratta quindi di una carne sicuramente sana. I suini usati per produrre il prosciutto crudo pregiato, infatti, provengono da dieci regioni selezionate italiane e anche la lavorazione stessa della carne deve prima attraversare un periodo di rigidi controlli al fine di mantenere l’alta qualità del prosciutto d’eccellenza. La denominazione DOP, infatti, garantisce che vi sia un ente esterno, l’Istituto Parma qualità, che si occupa di certificare scrupolosamente ogni tappa del processo produttivo. Non solo, particolare attenzione è riservata anche all’alimentazione dei suini tramite la quale si raggiungono quantità di grassi monoinsaturi e polinsaturi più alte dei grassi saturi, caratteristica che rende questo alimento molto digeribile e adatto a ogni fascia d’età.

Pertanto, se si vuole degustare un prosciutto genuino, naturale e ottenuto da una produzione meticolosamente controllata, il Prosciutto di Modena DOP rappresenta la chiave di questa ricerca. Dal momento stesso in cui la bocca inizia ad assaporare questo salume senza additivi, si ha l’immediata impressione di essere a stretto contatto con un prodotto di alta qualità, caratterizzato da un gusto tipico e un profumo invitante.
Ulteriori informazioni sul Prosciutto di Modena DOP possono essere trovate nel sito http://www.consorzioprosciuttomodena.it/panino gourmet con prosciutto di Modena DOP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.