Carvi: virtù e proprietà

Carvi: virtù, proprietà benefiche per l’organismo e controindicazioni di questa pianta officinale

Carvi, pianta officinale dalle innumerevoli proprietà: disinfettanti, regolatrici dell’intestino e non solo…

Il carvi ( Carum Carvi L.) è una pianta officinale appartenente alla famiglia delle Apiaceae che cresce in Europa e in Asia occidentale, apprezzata e conosciuta, fin dai tempi più antichi per le sue innumerevoli proprietà benefiche accertate, in particolare quelle digestive. I soggetti che almeno una volta hanno utilizzato preparati a base di questa pianta, infatti, hanno potuto godere delle sue importanti virtù, tra le quali possiamo menzionare quelle antispasmodiche, carminative, digestive, diuretiche, espettoranti e non solo. Leggiamone di più!

Carvi: virtù e proprietà
Semi di carvi

Carvi: utilizzi e preparati in ambito culinario, cosmetico e…

Il carvi contiene vitamine, proteine, sali minerali e oli essenziali, tra cui possiamo citare il limonene e il carvone ed era ben noto agli antichi, che ne hanno descritto ampiamente, in alcuni trattati, le sue innumerevoli proprietà, tra cui quelle digestive. I suoi semi, o meglio sarebbe più corretto parlare di frutti, possono essere utilizzati per la preparazione di decotti e di tisane e in commercio possiamo trovare anche gocce, compresse e polvere a base di carvi. In ambito culinario si utilizzano soprattutto le sue radici, che possono essere consumate dopo essere state bollite oppure i semi del carvi vengono utilizzati per preparare minestre e zuppe di verdure o di  legumi o ancora per preparare salse dal sapore delicato. In ambito gastronomico, è anche utilizzato per aromatizzare carni o ancora per preparare liquori e distillati. I suoi frutti, che somigliano a piccoli semi, sembrano presentare le medesime caratteristiche del cumino e a tal proposito, un altro nome del carvi è cumino dei prati, dal quale se ne distingue per l’intensità dell’aroma, decisamente più delicato. Inoltre, tale pianta officinale  trova validi impieghi anche in ambito cosmetico: molto utilizzata è infatti l’essenza di carvi.

Principi attivi e virtù del carvi

I semi del carvi rappresentano la parte della pianta con la maggiore concentrazione di principi attivi importanti per il benessere del nostro organismo. L’olio essenziale, infatti, contiene proteine, grassi, fibre alimentari, carboidrati, minerali come potassio, sodio, zinco, ferro, rame, manganese, magnesio e calcio ma anche vitamine, come ad esempio quelle del gruppo B, tra cui B2 e B6, C, E. Tra le virtù di questa pianta possiamo ricordare quelle galattogoghe, digestive, antimicrobiche, battericide, antisettiche e disinfettanti. Il decotto di semi di carvi viene impiegato contro i disturbi dell’apparato digerente e per combattere la flatulenza. Assumere regolarmente i semi della pianta, in tutte le sue preparazioni, può rappresentare un valido rimedio non solo per stimolare la digestione nei soggetti con grosse difficoltà, ma anche per stimolarne l’appetito soprattutto dopo stadi influenzali e periodi di forte inappetenza. Il carvi, stando ad alcune ricerche,  aiuterebbe le donne a produrre più latte e rappresenterebbe un toccasana in caso di flusso mestruale scarso. Vanta, inoltre, ottime proprietà espettoranti, in grado di apportare significativi benefici in caso di tosse, raffreddore, sintomi influenzali e malanni stagionali  ed è anche un ottimo antistaminico di origine naturale. Il carvi, oltre a ciò, libera l’organismo dalle infezioni a carico dell’apparato uro-genitale, respiratorio e digerente, in quanto svolge una precisa azione antisettica e antifungina. E’ stato dimostrato, inoltre, che le fibre presenti in questa pianta aiutino ad abbassare il livello di colesterolo cattivo nel sangue. Ma non è tutto. Il beta- carotene, la zeaxantina, la luteina e gli altri principi attivi, invece, contrasterebbero l’azione dei radicali liberi, proteggendo l’organismo da invecchiamento precoce, malattie cardiovascolari e infezioni in generale.

Quando non assumere preparati a base di carvi

Il carvi è controindicato nei bambini al di sotto dei tre anni e, in tutte le sue preparazioni, durante gravidanza e allattamento o nei  soggetti con gravi problemi a carico del fegato. Inoltre, dosi eccessive di preparati a base di carvi potrebbero far insorgere nel soggetto forti mal di testa e vertigini. Sospendere il trattamento in caso di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti, in quanto potrebbero manifestarsi  forti allergie. E’ sempre opportuno seguire le doti indicate dall’esperto.

E per gli altri rimedi naturali di Madre Natura, consultate la categoria Cure e Rimedi!

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.