Allergie e Intolleranze Alimentari

Allergie, Intolleranze Alimentari e Reazioni Pseudoallergiche: Conoscerle, diagnosticarle e curarle

Allergie e Intolleranze Alimentari
Allergie e Intolleranze alimentari: Conoscerle, diagnosticarle e curarle

Diffusissime tra la popolazione, allergie, intolleranze alimentari e reazioni pseudoallergiche sono un campo di cui si sa generalmente molto poco.

Ecco, dunque, alcune informazioni per imparare a conoscerle, prevenirle e curarle.

Allergie, Intolleranze alimentari e Reazioni pseudoallergiche: Cause e sintomi

Se nell’immaginario comune allergie ed intolleranze alimentari finiscono per coincidere, nella realtà si tratta di due concetti molto diversi sia per eziologia e processi bio-chimici, sia, soprattutto, per la pericolosità. Vediamo, dunque, di fare un po’ di chiarezza…

Le allergie alimentari sono dovute ad una reazione del sistema immunitario quando il nostro organismo entra in contatto con sostanze (generalmente proteine) riconosciute come “esterne”. Le conseguenze sull’organismo sono quasi immediate: vengono sviluppati anticorpi per combattere il “corpo estraneo” e si può arrivare anche allo shock anafilattico.

Le intolleranze alimentari, invece, sono causate da un deficit di alcuni enzimi necessari per la digestione di alcuni tipi di sostanze (come il lattosio, il glutine, ecc.) e subentrano generalmente con il superamento di una “soglia” limite della dose dell’alimento. I sintomi si possono verificare anche alcuni giorni dopo l’assunzione delle sostanze a cui si è intolleranti. Tra le intolleranze alimentari più comuni troviamo quella al lattosio, alla caffeina, all’alcol etilico o al glutine.

Vi sono poi le reazioni pseudoallergiche, provocate dall’ingestione di cibi ad alto contenuto di istamina o tirammina oppure sostanze in grado di stimolare la produzione di istamina da parte dell’organismo. I sintomi possono risultare molto simili a quelli di una reazione allergica. Un tipico esempio di reazione pseudoallergica è quella generalmente scatenata dall’assunzione di fragole, pomodori e crostacei, ma anche in alcuni tipi di pesce, nei formaggi stagionati… e persino nel cioccolato!

Allergie, Intolleranze alimentari e Reazioni pseudoallergiche: Principali differenze

Riepilogando, allergie ed intolleranze alimentari sono due tipi di patologie profondamente diversi. Ecco le principali differenze:

  • Le intolleranze alimentari sono legate alla dose ingerita di una certa sostanza, mentre le allergie scatenano i propri sintomi con il primo contatto con le sostanze “nocive”, indipendentemente dalla quantità
  • Anche se i sintomi possono sembrare simili, a differenza delle allergie, le intolleranze alimentari non coinvolgono mai il sistema immunitario bensì sono dovute a carenze enzimatiche
  • I tempi di reazione delle allergie sono immediati, mentre le intolleranze alimentare possono presentare sintomi anche a distanza giorni

Allergie, Intolleranze alimentari e Reazioni pseudoallergiche: Sintomi più comuni

Come già spiegato, le allergie alimentari sono quelle più pericolose a livello di ripercussioni sul nostro organismo. Ecco dunque i principali sintomi ed effetti nocivi di queste patologie:

  • Allergie alimentari

Le reazioni allergiche sono generalmente quasi immediate rispetto all’ingestione dell’alimento non tollerato e portano a sintomi più o meno violenti a seconda dei casi. Tra i più comuni troviamo orticaria, asma, problemi respiratori, dolori addominali e cali di pressione fino ad arrivare al temutissimo shock anafilattico.

  • Intolleranze alimentari.

I sintomi riguardano principalmente il sistema digerente e includono generalmente gonfiore, meteorismo, diarrea e disturbi dell’appetito. Possono però verificarsi anche casi di infiammazione delle vie aeree, ritenzione idrica e disturbi dell’ansia.

  • Reazioni pseudoallergiche
    L’assunzione di alimenti ad alto contenuto di tirammina o di istamina (o in grado di stimolare la produzione di quest’ultima) provoca una finta reazione allergica, con sintomi molto simili a quelli delle allergie pur non presentando gli alimenti alcun potere allergizzante. Gli effetti (che solitamente si limitano a rush cutanei) possono scomparire velocemente.

Allergie e Intolleranze alimentari: Cure e Precauzioni

Ma cosa fare in caso di allergie, intolleranze o reazioni pseudoallergiche? Ecco alcune indicazioni:

  • Allergie alimentari: per contrastare le allergie è necessario eliminare dalla dieta gli alimenti a cui si è allergici, almeno fino a quando la sintomatologia non scompare. In caso di allergie lievi, si può tenere la situazione sotto controllo con l’uso di antistaminici, mentre per le forme più gravi bisogna portare sempre con sé dell’epinefrina.
  • Intolleranze alimentari: se l’intolleranza non ha origini genetiche, si può gradualmente abituare il corpo a stimolare la produzione degli enzimi necessari. In casi di intolleranza primaria è invece necessario eliminare totalmente gli alimenti non tollerati dalla propria dieta.
  • Reazioni pseudoallergiche: non trattandosi di vere reazioni allergiche, non presentano seri pericoli per la salute e possono essere trattate con antistaminici.
Elisa

Notizie, consigli e curiosità per aiutare a ritrovare uno stile di vita salutare... senza dimenticare la bellezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.