Albero di Neem: Proprietà, Consigli ed altre Informazioni Utili

Albero di Neem
Albero di Neem: Proprietà, Consigli ed altre Informazioni Utili

La Melia Azadirachta – meglio conosciuta con il nome di Albero di Neem – è una pianta originaria dell’India utilizzata fin dall’antichità per scopi terapeutici. Grazie alle sue numerose proprietà benefiche, l’Albero di Neem è stato infatti ribattezzato con diversi comi come “L’albero della salute”, “Il sollievo dei malati”… o addirittura “La farmacia del villaggio”!

In questo articolo troverete alcune informazioni utili sui benefici che posso derivare dall’assunzione regolare di derivati di questo vegetale, nonché le modalità di utilizzo, consigli ed altre informazioni utili.

Albero di Neem: Proprietà benefiche

Le ragioni del successo dell’Albero di Neem vanno ricercate nell’incredibile numero di proprietà benefiche che i suoi estratto possono comportare per l’organismo. Proprietà che non sono contenute solo nelle foglie, ma anche i frutti, fiori, semi, corteccia… e persino radici!

Per centinaia e centinaia di anni le popolazioni indiane hanno utilizzato gli estratti di questa pianta per la cura di infezioni, infiammazioni e problemi della pelle e, grazie ai progressi della medicina moderna, sono stati identificate ulteriori proprietà benefiche.

Ecco dunque una panoramica dei principali effetti benefici dell’Albero di Neem:

  • Antielmintico: la proprietà forse più importante in assoluto dell’Albero di Neem consiste nella sua azione antibiotica, in grado di distruggere in modo mirato batteri, funghi e parassiti vari senza andare ad intaccare i “batteri buoni” di cui il nostro organismo ha bisogno per il suo corretto funzionamento.
  • Antinfiammatorio: “L’albero della salute” è in grado di contrastare i processi infiammatori.
  • Antivirale: gli estratti dell’Albero di Neem hanno la capacità di inibire lo sviluppo dei virus e prevenirne la proliferazione.
  • Anticolesterolo e Antiglicemico: la tintura madre dell’”Albero della salute” è in grado di contrastare l’accumulo di colesterolo cattivo ed ha effetti positivi su chi soffre di diabete grazie alla sua azione normalizzante sul livello di glicemia nel sangue.
  • Antipiretico: questo vegetale può anche essere utilizzato per abbassare la temperatura corporea in casi di alterazione.
  • Antiseborroico: utilizzati come applicazioni esterne, gli estratti dell’Albero di Neem aiutano a ridurre la secrezione di sebo e risultano dunque estremamente benefici per chi soffre di pelle grassa, psoriasi e forfora.
  • Astringente: l’Albero di Neem ha un’azione astringente sui tessuti, rendendoli più solidi andando così a contrastare la formazione di rughe e smagliature.

Oltre che per uso umano, l’Albero di Neem viene frequentemente impiegato negli allevamenti di bestiame sotto forma di estratto di semi. In questo modo, infatti, vengono rinforzate le difese immunitarie degli animali, la cui mortalità può diminuire sensibilmente.

Albero di Neem: Modalità di assunzione

A differenza di molte “piante medicinali” che vengono principalmente assunte sotto forma di tisane o decotti a base di foglie e fiori, l’Albero di Neem è disponibile in commercio sotto molteplici forme che permettono un utilizzo mirato dei suoi estratti.

Ecco dunque le principali modalità di uso di questo vegetale:

  • Olio di semi: Indubbiamente la forma più tradizionale e diffusa di commercializzazione dell’Albero di Neem, l’olio dei semi di questa pianta viene utilizzato rigorosamente per applicazioni esterne sulla pelle.
  • Estratti dalle foglie: questa è la forma con la maggiore concentrazione di principi attivi e permette di ottenere risultati molto velocemente, soprattutto per i problemi cutanei.
  • Tintura madre: la tintura madre dell’Albero di Neem viene utilizzata per contrastare accumuli di colesterolo, picchi glicemici e innalzamenti eccessivi della pressione.
  • Crema: grazie alle sue forti proprietà idratanti, purificatrici ed anti-rughe, è un prodotto consigliato per l’uso quotidiano.
  • Shampoo: questo prodotto è utile per il trattamento del cuoio capelluto in soggetti affetti da psoriasi, eccesso di sebo e forfora.

Albero di Neem: Pericoli e controindicazioni

Nonostante gli studi sull’Albero di Neem si siano intensificati negli ultimi anni portando a scoperte anche notevoli sulle sue proprietà, si sa ancora molto poco su questa pianta, soprattutto relativamente alle sue possibili controindicazioni.

Per questo motivo se ne consiglia l’assunzione secondo modalità e posologie indicate dalla confezione. In caso di dubbi, è d’obbligo rivolgersi al proprio medico curante.

Continua con l'argomento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *